Feedwrangler come risolvere il bug degli Smart Streams

Con la dipartita del, mai abbastanza compianto, Google Reader sono emerse molte alternative, alcune delle quali a pagamento. Personalmente ho scelto l’ottimo Feed Wrangler per i seguenti motivi:

  • Feed Wrangler è supportato dai principali client RSS e per IOS c’è quello ufficiale
  • La versione online di Feed Wrangler ha un’interfaccia minimale ed è senza fronzoli (less is more!)
  • ha i Filtri
  • ha gli Smart Streams

I filtri di Feed Wrangler permettono di marcare come già letti dei feed che contengono determinate parole chiave mentre gli Smart Streams permettono di raggruppare in uno flusso separato tutti i feed che parlano di un dato argomento; questa navigazione tematica è molto più efficace delle categorie perché permette di scorrere velocemente tutti i feed che trattano un determinato tema.

Fino ad un paio di giorni fa mi potevo considerare molto soddisfatto della scelta soprattutto per quest’ultima feature che da sola giustifica i 19$ annuali dell’iscrizione al servizio. Dico così perché sono incappato in un fastidiosissimo bug che rende inutilizzabile questa funzionalità e blocca il funzionamento dei client sincronizzati all’account. In pratica per determinate combinazioni di keyword (non ho capito per quali e non ci tengo a fare ulteriori prove) scelte durante la creazione di un nuovo Smart Stream può accadere che il nuovo canale restituisca un errore 500. Grazie a questo errore la pagina relativa allo Smart Stream non è più raggiungibile (ed editabile) rendendo impossibile modificare o cancellare il maledetto canale. Se questo problema colpisse esclusivamente il singolo flusso il problema, per quanto antipatico, non sarebbe poi così grave perché è sempre possibile creare altri Smart Streams. Purtroppo però i client che si connettono all’account di Feed Wrangler leggono in modo sequenziale gli stream e si bloccano quando rilevano quello fallato. Ad esempio sul mio iPad Mr Reader si bloccava ancora prima di scaricare anche un solo feed mentre Press per il mio Samsung S3 riusciva a scaricare il flusso principale ma non gli altri Smart Streams.

Dopo aver provato a contattare lo sviluppatore di Feed Wrangler via mail e via Twitter mi si risponde così:

So sorry you’re having this problem. It’s a bug in the app – we are working on a fix that should be included in the next update. Thanks for your patience.

Premesso che il bug non è nell’app (non uso il client ufficiale di Feed Wrangler e il problema colpisce in primo luogo la web application e solo di conseguenza l’app.) questa risposta mi ha lasciato di fatto in braghe di tela non offrendo nessuna soluzione che tamponi almeno temporaneamente il suddetto problema.

In realtà la soluzione è piuttosto semplice e mi è venuta in mente osservando l’URL generato dallo Smart Stream: http://feedwrangler.net/streams/numeroStream 

Quando si va ad editare un canale all’indirizzo viene aggiunta la chiave “edit” in questo modo  http://feedwrangler.net/streams/numeroStream/edit quindi anche se la web app non permette di raggiungere la pagina dello Stream per editarlo e cancellarlo è sufficiente aggiungere a mano “edit”: problema risolto.

Feed Wrangler rimane un buon servizio, semplice e con delle ottime idee, ma onestamente mi sarei aspettato qualcosa in più dal supporto di un servizio a pagamento: hanno impiegato diverso tempo a rispondermi e lo hanno fatto in modo davvero insoddisfacente.

Rispondi

Leggi articolo precedente:
7 cose che forse non sapevi su FitBit Flex

FitBit Flex [89 euro su amazon] è l'ultimo nato della famiglia delle wearable devices distribuite da FitBit inc.  (per ora in Italia non é ufficialmente distribuito...

Chiudi